Dream Book

“La vampa d’agosto” di Andrea Camilleri: recensione libro

Alcuni scopi nella vita, per essere raggiunti, hanno bisogno di trovare mani sicure. Gente che si muove per fiducia, certa di non essere presa in giro. Ci sono obiettivi così forti che diventano un’ossessione. Taluni farebbero di tutto per dargli luce, anche usare le persone di cui si sono conquistate la stima.

Cadere nella rete di soggetti di siffatta misura è facile perché sanno essere teatranti. Aggiustano e scombinano i piatti a loro piacimento per arrivare allo scopo. Sanno fare il brutto ed il cattivo tempo, sorprendendosi, per finta, dinanzi agli altri della mutazione degli eventi che loro stessi orchestrano. Il più delle volte sono falsi. La menzogna li veste da capo a piedi se oltre agli obiettivi hanno scopi personali di infima natura. Indossano più di una maschera, a seconda delle persone con cui hanno a che fare. Insomma, non guardano in faccia nessuno. Soprattutto i buoni d’animo che all’occorrenza sanno vedere, giudicare e decidere se continuare a tendere loro la mano oppure a girare i tacchi. Definitivamente.

In La vampa d’agosto di Andrea Camilleri senti appiccicato addosso lo schifo di uomini squallidi. L’estate è calda, torrida, asfissiante. Ubriaca per quanto opprime e fiacca il fisico. Stordisce. Agosto si trasforma nel diavolo in persona. In un villino, ad uno sputo dal mare, si nasconde un inferno segreto. Nel baule di stanze interrate c’è un cadavere. Il commissario Montalbano deve venire a capo di tutto, anche di quello che si tace e si nasconde da anni. Deve mettere a fuoco la verità di chi agisce per facciata per salvare la faccia. Lui stesso dovrà fare i conti con la sua e con l’emotività che lo tiene attaccato al filo.

Meraviglioso il romanzo. Il lettore diventa una spugna. Assorbe tutte le emozioni che Camilleri gli piazza davanti senza troppe cerimonie. Vuole sapere come andrà a finire e quando finisce riprende dapprincipio e si ferma per portare a lungo la bellezza di una scrittura che ti prende per mano e non ti lascia neanche con l’ultima pagina.

“La vampa d’agosto” di Andrea Camilleri, edizioni Sellerio. Dream Book.

Lucia Accoto

Lucia Accoto. Giornalista pubblicista, autrice e conduttrice di programmi Tv. Ho la passione per i libri, lo stile, la scrittura e la cronaca nera. I libri mi accolgono sempre come una signora, posandomi sulle spalle uno scialle di titoli e di emozioni.

Articoli correlati

Back to top button