A Garamond Type

“L’inverno dei leoni” di Stefania Auci: recensione libro

«Gli altri sono gli altri. Noi siamo i Florio.»

Si conclude con L’inverno dei leoni il racconto romanzato da Stefania Auci della dinastia dei Florio, la famiglia di origini calabresi che fece la storia di Palermo dal 1799 al 1950. Questi imprenditori ebbero invero una grande influenza anche sulla storia dell’Italia intera, essendo stati tra i più ricchi, potenti e invidiati del loro tempo. Questo secondo volume prende il via dove si era concluso il fortunatissimo I LEONI DI SICILIA: con un taglio prettamente cronologico narra l’ascesa sociale ed economica e il declino di questa famiglia, dando uno spaccato vivido della Sicilia del secolo scorso.

l'inverno dei leoni di stefania auciCon uno dei fili di perle di Franca Florio tra le mani

Pur non essendo un’amante dei romanzi storici, sono sempre conquistata dal lavoro enorme che ci sta dietro: immagino l’autore in preda a una frenesia di scoperta, mentre cerca e poi sfoglia tomi impolverati e sempre in cima a delle librerie altissime, cerca testimoni ed eredi dei tempi andati che, narrando, rivivono loro stessi echi lontani e magici.

So benissimo che non è quasi più così, che c’è Google e blablabla ma voglio illudermi che la Auci abbia stretto tra le mani uno dei famosi fili di perle di Franca Florio e che questo le abbia parlato di cosa ha significato essere una donna italiana nel secolo scorso, e non una qualunque, ma la moglie di un Florio.

Cosa sono stati i dolori per la morte dei figli, cosa sono stati la luce e il mare di Favignana, cosa è stato avere tutto e perdere tutto.

Ho anche immaginato se ci fossero stati i Social allora: i post e le storie su Instagram #Florio, i video su TikTok della mattanza, le dirette su Facebook della Targa Florio, i commenti degli haters e dei fans.

Il raffronto con questo momento storico, in cui tutto è esposto, mostrato, millantato, mi fa pensare che sia stato meglio che non ci fossero e mi fa apprezzare ancor più la narrazione quasi fiabesca di questa dinastia da parte della Auci in un libro corposo e un po’ faticoso, che però sa ben trasmettere valori come la dignità, la capacità imprenditoriale e l’unità della famiglia.  

L’inverno dei leoni” di Stefania Auci, Casa Editrice Nord. A Garamond Type.

Laura Busnelli

Commercialista “pentita”, ho maturato anche un’esperienza pluriennale in Sony. Lettrice appassionata e tuttologa, all’alba dei quarant’anni mi sono scoperta scrittrice, dopo essermi occupata di correzione bozze ed editing. Sono stata anche una libraia indipendente per tre anni. E rimarrò una libraia per sempre. Operatrice culturale, racconto il mondo dei libri online, tengo una rubrica su libri a tema animali su RadioBau & Co. (web radio del gruppo Mediaset) e collaboro con l'associazione culturale "Librai in corso" nell’organizzazione di eventi. La mia rubrica qui si chiama "A Garamond Type" perché il Garamond è il carattere adottato per quasi tutti i libri italiani e Type sta sia per carattere, font, sia per tizio. E la tizia sarei io.

Articoli correlati

Back to top button