Interviste

“Siamo sicuri che Amazon sia un male?”: l’intervista a Matteo Chiavarone, editore Ensemble

L’‘intervista a Matteo Chiavarone, editore della casa editrice Ensemble edizioni, per la rubrica “In Diretta con gli Editori“. Una casa editrice nata nel 2011, e che quest’anno dunque festeggia i suoi dieci anni di attività. Nell’intervista Matteo racconta la produzione editoriale di Ensemble, l’importanza della poesia nella società contemporanea e fa una importante riflessione sulla piattaforma di Amazon.

Per leggere le recensioni di alcuni libri editi dalla casa editrice Ensemble, clicca qui.

Edizioni Ensemble: l’intervista a Matteo Chiavarone

Edizioni Ensemble: la casa editrice

Ensemble è una casa editrice romana fondata da Matteo Chiavarone e Davide Morbidelli nel 2011.Nata con l’idea di un lavoro collaborativo fra tutti i soggetti della filiera del libro (dal libraio al distributore, passando per il lettore), anziché porsi con toni polemici davanti alla crisi che investe anche questo settore, cerca piuttosto di imparare dai grandi editori contemporanei, sfidandoli sul terreno della concorrenza leale. Tutto ciò ha fatto sì che Ensemble, all’interno del panorama della piccola e media editoria, si sia ritagliata un ruolo importante nella pubblicazione di autori esordienti di qualità e nella costante ricerca di nuove voci del panorama letterario nazionale e internazionale.

Accanto al lavoro di scouting, Ensemble si pregia, inoltre, di avere un’importante collana di saggistica, “Transculturazione”, fondata dal professore emerito Armando Gnisci, conosciuto in tutto il mondo come uno dei massimi esperti della letteratura comparata e migrante, e attualmente diretta da Andrea Gazzoni. Al suo interno saggi transculturali italiani e stranieri sono volti a comprendere al meglio le dinamiche e le caratterizzazioni di una società contemporanea globalizzata e difficile da decifrare. Tra i saggi più interessanti, oltre a “Via della Transculturazione e della Gentilezza” di Armando Gnisci, possiamo annoverare “Vergogna tra le due sponde. La schiavitù contemporanea nel Mediterraneo” di Ezzat elKamhawi e “La poesia nelle piazze. I versi di protesta della primavera araba” di Hussein Mahmoud, entrambi tradotti dall’egiziano.

Nell’ambito di questa fertile collaborazione si inserisce anche un’altra prestigiosa collana, “Erranze”, diretta dal poeta albanese, esule in Italia, Gëzim Hajdari, all’interno della quale vengono ospitati poeti internazionali del calibro di Gemino Abad, Besnik Mustafaj, Kamau Brathwaite e Luigi Manzi. Sebbene gli autori emergenti abbiano finora costituito la spina dorsale della collana di narrativa “Èchos”, recentemente anche autori già noti al pubblico per precedenti pubblicazioni con altre realtà editoriali – quali Francesco Grasso (vincitore del premio “Urania”), Riccardo de Torrebruna, Giorgio Linguaglossa, e Stefanie Golisch – hanno aderito al progetto Ensemble, gratificando l’impegno della casa editrice”.

Del gruppo Ensemble fa parte anche una rivista letteraria (Patria Letteratura – quaderni internazionali di Lingua e Letteratura) e una agenzia di servizi (Livresse).Le collane:- Echos (narrativa)- Erranze, Alter (poesia)- Transculturazione, Essais, Pamphlet (saggistica);- Varia;- I classici;- Pongo (bambini);La redazione:- Matteo Chiavarone (direttore editoriale)- Davide Morbidelli (direttore commerciale)- Cristina Loizzo (ufficio stampa) – Ignazio Pappalardo. Distribuzione in Italia:- Medialibri, Libro.co, Bookservice, D.E.

Francesca Romana Cicolella

Giornalista. Nata con una sola passione, cresciuta - per fortuna - a pane e giornalismo. Leggo tanto, scrivo il giusto. Non sono logorroica, ma se scrivo roba lunga vuol dire che ho voglia di parlarne.
Back to top button