Città d'Italia

10 libri da leggere per scoprire Torino: i consigli dei lettori di Book Advisor

Quali sono i libri da leggere prima di visitare Torino? In questo articolo troverete i 10 libri da leggere per scoprire dal punto di vista letterario Torino, consigliati dai lettori del gruppo Facebook Book Advisor. I dieci titoli più votati nel sondaggio sono quelli che troverete di seguito. Consigli dei lettori, per lettori.

Se dieci libri da leggere prima di andare a Torino non sono sufficienti e volete saperne ancora di più, basterà cliccare qui sul sondaggio per scoprire quali sono stati gli altri titoli proposti e votati dai lettori del gruppo Facebook Book Advisor. 

Ecco la lista dei dieci libri da leggere per scoprire Torino. 


La donna della domenica – Fruttero & Lucentini

La donna della domenica per ritrovare una Torino che non c’è più… e non è detto che sia un male. (Riccardo Gavioso)

Ho votato La donna della domenica perché è uno dei miei libri preferiti ma anche perché mi ha descritto una Torino molto particolare. Il Balon, le ville signorili in collina, i palazzi del potere. (Claudio Sottile)

“La donna della Domenica” di Fruttero e Lucentini, una Torino scomparsa, ma presente nel mio cuore. (Sergio Gribaudo)

Descrizione

Torino, anni settanta. Nel suo pied-à-terre viene ucciso l’architetto Garrone.
Mondadori torna al giallo ripubblicando i suoi classici in una nuova veste grafica.

Dopo tanti anni che ci abitava, lui sapeva ormai che la leggendaria monotonia della città era un’invenzione di osservatori superficiali, o piuttosto un mascheramento da cui l’ingenuo e l’impaziente si lasciavano ingannare come dal neutro pelame mimetico di un animale appiattato. Sotto quell’apparenza così ovvia, di carta messa in tavola, Torino era una città per intenditori.

Squallido personaggio che vive di espedienti ai margini della Torino bene, Garrone fa parte di una sorta di “teatrino privato” nel quale Anna Carla Dosio, la moglie di un ricco industriale, e Massimo Campi, giovane omosessuale della buona borghesia, stigmatizzano vizi, affettazioni e cattivo gusto dei loro conoscenti. Il commissario Santamaria indaga tra l’ipocrisia, le comiche velleità e i chiacchiericci della borghesia piemontese. Sullo sfondo una città in apparenza ordinata e precisa fino alla noia, ma che nasconde un cuore folle e malefico. Un romanzo paradossale e raffinato, complesso ma leggero, di fulminante ironia.

“La donna della domenica” di Fruttero & Lucentini, edizioni Mondadori

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11Pagina successiva

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button