Un libro tra le mani

“Zoo” di Isabella Santacroce, recensione: Un libro tra le mani

ZOO”, di Isabella Santacroce, è un libro pazzesco… non ho mai incontrato prima d’ora una scrittura così (e libri ne ho letti parecchi!)

 

Poesia dannata…

Definirla “poetica” sarebbe riduttivo e porterebbe a pensare a qualcosa di melenso, stucchevole (o almeno a me, spesso, questo aggettivo rievoca questo tipo di sensazioni).
No, se di poesia vogliamo parlare, dobbiamo pensare ad una poesia che faccia male, che laceri, che ti colpisca in piena faccia…una poesia bastarda, dannata!

Una storia che trasuda tristezza, rabbia, odio…
Poche pagine che t’ingabbiano…anche perché di “gabbia” si parla… quella scatola che ti costruisci intorno, che diventa tutto il tuo mondo e che, per quanto piccola e asfissiante, ti rifiuti di lasciare, vuoi morirci dentro, mentre “la vita“, quella vera, ti passa accanto, ti sfiora soltanto.

Gabbie famigliari 

La gabbia di una famiglia composta da una madre anaffettiva ed egoista, vanesia e dispotica, un padre succube e amorevole, oltremodo amorevole, una figlia che si trova a vivere in questo “zoo”, rinchiusa tra carezze che non arriveranno mai e un amore che non basterà a salvarla.
Odio e amore si confonderanno, si mescoleranno al dolore della perdita, si travestiranno con le maschere della colpa e della violenza, senza mai riuscire a vivere di vita propria.
Una vendetta feroce, bestiale, per risarcire una vita non vissuta, una vita sacrificata in nome di un padre, unico amore conosciuto… una vita vissuta aspettando una madre che non è mai stata tale.
Ma, a volte, la vendetta raggiunge un punto di non ritorno tale che diventa sconfitta, sconfitta per tutti.

Questo romanzo mi ha stravolta, stordita, mi ha ipnotizzata con una prosa meravigliosa, capace di farti commuovere e rabbrividire…
In alcuni momenti mi sono ricordata anche di respirare…!!!

P.s.: Astenersi anime candide e facilmente impressionabili.

“Zoo” di Isabella Santacroce, Fazi Editore . Un libro tra le mani.

 

Antonella Russi

Nata a Taranto, classe '76. Lettrice per passione, da sempre.

Articoli correlati

Back to top button