Narrativa Plurale

In Diretta con gli Autori: Gigliola Fragnito

Gigliola Fragnito per la rubrica “In Diretta con gli Autori” presenta nel gruppo Facebook Book Advisor il libro “La Sanseverin” edito dalla casa editrice Il Mulino e risponde alle domande dei lettori. Dialoga con l’autrice Fabrizia Dalcò.

Diretta del 11 marzo 2021

Link alla diretta nel gruppo Book Advisor qui

Sinossi del libro “La Sanseverino” di Gigliola Fragnito

Barbara Sanseverino Sanvitale, contessa di Sala, signora di Colorno (1550-1612), fu per bellezza e spirito fra le donne più ammirate del suo tempo. «Donna, per cui Amor trionfa e regna», come la celebrò Torquato Tasso, fu cantata dai poeti e ricercata dalle corti dove era «il condimento di ogni passatempo» grazie alla sua inclinazione al divertimento. Fu organizzatrice instancabile di feste che sconfinavano spesso in incontri licenziosi, da lei stessa favoriti. In pari tempo fu lungamente impegnata in complesse controversie soprattutto circa l’amato feudo di Colorno, per il quale si scontrò con l’ambizione di incamerarlo del duca di Parma Ranuccio Farnese. Nel 1612 finì per rimanere implicata in una congiura di altri nobili parmensi avversi alle mire del duca, e come loro arrestata, processata e infine giustiziata.

Introduzione. Barbara Sanseverino e la Sanseverina della Chartreuse de Parme di Stendhal
I. Uomo di «esemplare santità antica». Il matrimonio con Giberto Sanvitale
II. «’l tempo invidioso traditore ci ha guasto il giuoco». Il soggiorno romano
III. «Padrona e cagione delle spese e dei disagi di tutti». Il carnevale di Ferrara
IV. «Non facciamo altro che ballare e giorno e notte». La vita a Colorno
V. «Astringa mia moglie a coabitare meco». La separazione da Giberto
VI. «Non giova esser donne, né dame hoggidì». Il governo di Colorno
VII. «Perdere Colorno, la vita e l’anima insieme». La Sanseverino sconfitta
VIII. «Non ne so niente, nientissimo». La congiura e il processo

Redazione

Redazione della pagina web www.thebookadvisor.it

Articoli correlati

Back to top button