Radici

Le stelle si spengono all’alba, il costo del perdono secondo Richard Wagamese

Ho scoperto ieri sera che il tartufo è un fungo micorriza. In pratica si attacca immediatamente alle radici di una pianta con la quale scambiano sostanze nutritive. Le stelle si spengono all’alba è un romanzo così, aderisce alle radici del lettore che può essere inizialmente impaurito ma che certamente alla fine ne trova giovamento. Questa non vuole essere una recensione, bensì poche righe concentrate sul perché Le stelle si spengono all’alba è un romanzo che fa masticare polvere di terra arida. Si percorre questo viaggio sentendo l’odore del legno imbevuto di alcol, la frusta della fiamma del falò, i muscoli serrati di Franklin, il figlio.

Le stelle si spengono all’alba: relazioni

Difficile chiudere questo romanzo sotto un’ unica categoria, si tratta di un romanzo si, ma con diverse chiavi di volta che trattengono il lettore: ognuno sceglie, in base al proprio vissuto e in base anche al bisogno di quel momento, su cosa ancorarsi. Dal rapporto quasi inesistente tra questo adolescente e suo padre al viaggio come riscoperta di sé fino all’interesse nei confronti di una cultura differente per arrivare poi a quelle cose chiamate perdono e lutto.

Si tratta di una storia dove si rischia di annegare nel risentimento. Una storia che ci permette di scegliere continuamente da che parte stare e che finisce per essere ridotta all’osso se ci si ferma solo alla cosa che per prima appare chiara al lettore:

«Sei un bugiardo. A te piace solo bere e ballare e rompere tutto.»
«Volevo vederti, tutto qua.»
«Be’, mi hai visto.»
«Sono il tuo papà.»
Il bambino scosse la testa. «Non ho nessun papà. Non ne ho mai avuto uno. Non so cosa significa essere un papà a parte quello che vedo da te.»

Le stelle si spengono all’alba: la bellezza del dolore

Il romanzo de La Nuova Frontiera è un romanzo in parte necessario: raccoglie al suo interno particelle di noi del passato e attuali. Diventa un guida ragionata sui sentimenti, i rischi da correre negli amori non corrisposti e nelle disattese alle quali non ci arrendiamo. Una storia nella storia seguendo il mito degli Starlight davanti al fuoco.

Radici

Acquista qui Le stelle si spengono all’alba

Ylenia Del Giudice

Classe '89, romana. Appassionata dell'arte in generale, di mercatini e di tutto ciò che non conosco, lavoro in una tipografia tra inchiostri e grafiche. Non amo affatto le imposizioni e mi piace sperimentare perché mi annoio spesso. Dormo poco, bevo tanto caffè e sono una fan dei telefoni spenti.

Articoli correlati

Back to top button