Etimologioia

Perché si dice prendere in castagna?

Buongiorno a tutti e buon lunedì, rieccoci con l’appuntamento con #etimologioia nella veste oggi del “perché si dice così”.

Il modo di dire la cui origine analizzeremo oggi è: “prendere in castagna”!

E’ così che diciamo ogni volta che becchiamo qualcuno in errore, commettere uno sbaglio o fare uno strafalcione. Ma perchè proprio in… “castagna”?

L’origine di questo modo di dire risale al tardo latino che utilizzava la parola marro, marronis per indicare l’errore, lo sbaglio, usato analogamente dal francese antico (marrir) per indicare confondersi e dallo spagnolo (marrar) per indicare errare.
Dato che marrone e castagna, sono sinonimi (quantomeno qui da noi), l’espressione “prendere in marrone” è diventato “prendere in castagna”

Ma marrone ha anche altri significati, tra cui “azione sconsiderata, dannosa, inopportuna” o più semplicmente “marachella, birbonata, scappatella”.

È possibile inoltre un legame tra questi modi di dire e l’analogo “cogliere in fallo”, in quanto sia fallo sia marrone indicano gli organi genitali maschili ed è nota l’associazione popolare tra questi e la stupidità.

E oggi siamo stati brevi e circonc… ehm, concisi, così da non annoiarvi troppo.

Il mio lavoro qui, è finito… a lunedì prossimo.

Etimologioia, una rubrica a cura di Donatella Maina Gioia su The BookAdvisor.

Redazione

Redazione della pagina web www.thebookadvisor.it

Articoli correlati

Back to top button