Etimologioia

Perché si dice mandare a Patrasso?

“Mandare a Patrasso” o “Andare a Patrasso”
Potrebbe sembrare un modo più forbito di mandare qualcuno a quel paese e forse in un certo senso lo è… ma in maniera un po’ più cruda!

Questa espressione italiana si basa su un ingegnoso gioco di parole.
La frase viene usata per indicare qualcuno che ‘sta finendo male’, nel senso di fallire, andare in rovina. Il detto deriva dalla ”corruzione” popolare della traduzione latina di una frase della Bibbia,“ire ad patres”, cioè “andare a raggiungere gli antenati”, e quindi morire. Patrasso, nome di una città greca, ha una forte assonanza con il sostantivo latino ‘pătres’ (antenati).

Da qui, la traduzione nella nostra lingua che deforma in modo scherzoso o eufemistico ‘pătres’ con Patrasso.

Analogamente, «mandare a Patrasso» significa ‘uccidere’.

Esiste anche una versione tutta veneziana di questo modo di dire che si presume abbia un’altra origine ossia: “Andar a Patrasso co tutto”.
Il detto deriverebbe dalla clamorosa sconfitta patita dai veneziani guidati dal provveditore Giacomo Barbarigo nel 1446, nella battaglia contro i Turchi, per l’appunto a Patrasso. Nel 1467, un’altra sconfitta, sempre dei veneziani, sempre contro i turchi. In quella circostanza accorsa all’ammiraglio Vettor Cappello, che profondamente addolorato per la disfatta si ritirò, morendo di crepacuore.

Ancora un’altra versione del detto, molto simile diventa: Mandar a Patrasso co’ tutto, che assume il significato di “andare in rovina”.

Avevate mai sentito e/o utilizzato questo modo di dire? Quanti altri ne conoscete con significato simile?
Di seguito ve ne racconto uno buffo del paese dove sono nata:

Nel piccolo paese calabro dal quale vengo esiste una locuzione che tradotta un italiano sarebbe “si è raccolto i peperoni” (s’ha cogghiutu i pipi) per indicare che qualcuno è deceduto. Ciò viene da un fatto tutto locale di un proprietario terriero che aveva un campo piantato a peperoni e che morì il giorno in cui doveva avvenire la suddetta raccolta… i suoi familiari raccolsero i peperoni prima di pensare al funerale per evitare di perdere il raccolto. Da qui la particolare espressione per indicare che qualcuno è deceduto!

Etimologioia, una rubrica a cura di Donatella Maina Gioia su The BookAdvisor.

Redazione

Redazione della pagina web www.thebookadvisor.it

Articoli correlati

Back to top button