Di Versi in Versi

Di Versi in Versi: “Lo spettro del visibile” di Patrizia Sardisco

Oggi vi proponiamo un estratto da “Lo spettro del visibile” di Patrizia Sardisco, edito da Edizioni Cofine

La lista della spesa

finita in mezzo a un libro

di poesia

irretisce lo sguardo

manca il sale

lo spazio bianco simula

l’atto mancato

in forma cristallina

l’assenza corrosiva

di parola

***

il residuo non cessa di emettere segnali

amputare la mano dopo il tiro

continuare a saperne

la posizione le sensazioni tattili

del dolore sottratto

resta la sottrazione, l’assenza di visione

la bruciatura plastica sull’orlo

l’urlo fantasma che sutura il foro

***

nessuno scrive un rigo

se ha altro da mangiare

da qualche parte uno

prende in mano la notte

l’asprezza del pungente

morde senza sbucciare

saliva per riflesso

anticipando un succo

anche quando non c’è

Patrizia Sardisco, nata a Monreale dove tutt’ora vive, scrive in lingua italiana e in dialetto siciliano (parlata monrealese). Nel 2016 pubblica la silloge in dialetto Crivu, vincitrice del Premio Internazionale Città di Marineo e menzionata al Premio Di Liegro di Roma. Nel 2018 si aggiudica il Premio Montano nella sezione “Una prosa breve”; con la silloge inedita in dialetto ferri vruricati guadagna il secondo posto del XV Premio Ischitella – Giannone e, nello stesso anno, per le Edizioni Cofine, dà alle stampe il poemetto eu-nuca, prefazione di Anna Maria Curci, finalista al Premio Bologna in lettere 2019 e vincitore della sezione opere edite del Premio Città di Chiaramonte Gulfi 2019. Del 2019 è la silloge Autism Spectrum, con postfazione diAnna Maria Curci, vincitrice della quarta edizione del PremioArcipelago itaca e segnalata al Premio Bologna in Lettere 2020.

Di Versi in Versi

Felicia Buonomo

Felicia Buonomo è nata a Desio (MB) nel 1980. Nel 2007 inizia la carriera giornalistica, occupandosi principalmente di diritti umani. Alcuni dei suoi video-reportage esteri sono stati trasmessi da Rai 3 e RaiNews24. Attualmente è giornalista presso Mediaset ed è nella redazione di Osservatorio Diritti. Alcune sue poesie sono state pubblicate su riviste e blog letterari, quali La rosa in più, Atelier poesia, la Repubblica – Bottega della Poesia e altrove. Alcuni suoi versi sono apparti anche su riviste e blog letterari degli Stati Uniti, quali Our Verse Magazine, The Daily Drunk Mag e Unpublishable zine. A dicembre 2020, una poesia – tradotta in francese da Bernard Giusti – verrà pubblicata sulla rivista parigina “L'Ours Blanc”. Altri suoi testi poetici sono stati tradotti in spagnolo dal Centro Cultural Tina Modotti. Cura una rubrica dedicata alla poesia su “Book Advisor”. Pubblica il saggio “Pasolini profeta” (Mucchi Editore, 2011), il libro-reportage “I bambini spaccapietre. L'infanzia negata in Benin” (Aut Aut Edizioni, 2020), la raccolta poetica “Cara catastrofe” (Miraggi Edizioni, 2020) e la raccolta poetica "Sangue corrotto" (Interno Libri, 2021). Dirige la collana di poesia “Récit” per Aut Aut Edizioni.

Articoli correlati

Back to top button