Di Versi in Versi

Di Versi in Versi: “Io qui ci vivo” di Elisa Audino

Oggi vi proponiamo un estratto da “Io qui ci vivo” di Elisa Audino, edito da Gattomerlino Edizioni

Io qui ci vivo

Parlano di luoghi

estinti da tempo

con termini pascoliani.

Ma tra il fanciullino

e il deserto

ci sono cinque giorni

e vanno dal lunedì

al venerdì.

***

Solido liquido gassoso

Sono una donna in evidente

stato d’abbandono,

la cura del corpo prevede attenzioni

che non sempre desidero manifestare

[vestire la forma – depilare il piacere –

tingere gli anni – fare esercizio – stendersi

sul banco del mercato]

***

Primo luglio 2016 – A Simona Monti

Lo sai tu
Quello che hai visto.


Io
Sono due anni
Che ci penso,
Il mattino.


E che diritto ne ho?
Sono viva.


Mentre tu


Sono una pattumiera,
Dicevi.
[hai accolto
i rifiuti del mondo]

Anche adesso.
Vedi?
Ti uso.


Potrei colpire
Con le lame.
Sarebbe facile.


Lo hanno già fatto in tanti
E non sei scappata.

Elisa Audino, classe 1977, è cuneese. E’ laureata in Comunicazione interculturale. Ha attraversato femminismo, giornalismo locale, organizzato eventi politico-culturali in un paese microscopico e fa parte del Collettivo poetico pinerolese. E’ stata inserita tra gli autori selezionati del VI Premio città di Como, poesia inedita, e la poesia Vitrea indifferenza è apparsa nella rubrica Botta di Poesia di Maurizio Cucchi, Repubblica edizione di Milano, 7 dicembre 2020. Ha scritto un breve romanzo e per due anni si è occupata della sua revisione.

Felicia Buonomo

Felicia Buonomo è nata a Desio (MB) nel 1980. Nel 2007 inizia la carriera giornalistica, occupandosi principalmente di diritti umani. Alcuni dei suoi video-reportage esteri sono stati trasmessi da Rai 3 e RaiNews24. Attualmente è giornalista presso Mediaset ed è nella redazione di Osservatorio Diritti. Alcune sue poesie sono state pubblicate su riviste e blog letterari, quali La rosa in più, Atelier poesia, la Repubblica – Bottega della Poesia e altrove. Alcuni suoi versi sono apparti anche su riviste e blog letterari degli Stati Uniti, quali Our Verse Magazine, The Daily Drunk Mag e Unpublishable zine. A dicembre 2020, una poesia – tradotta in francese da Bernard Giusti – verrà pubblicata sulla rivista parigina “L'Ours Blanc”. Altri suoi testi poetici sono stati tradotti in spagnolo dal Centro Cultural Tina Modotti. Cura una rubrica dedicata alla poesia su “Book Advisor”. Pubblica il saggio “Pasolini profeta” (Mucchi Editore, 2011), il libro-reportage “I bambini spaccapietre. L'infanzia negata in Benin” (Aut Aut Edizioni, 2020), la raccolta poetica “Cara catastrofe” (Miraggi Edizioni, 2020) e la raccolta poetica "Sangue corrotto" (Interno Libri, 2021). Dirige la collana di poesia “Récit” per Aut Aut Edizioni.

Articoli correlati

Back to top button