Libri in pillole

“Il grande sonno” di Raymond Chandler: recensione libro

Il grande sonno di Raymond Chandler è un noir in cui si incrociano e si accavallano più casi da risolvere all’interno di un solo caso, dei quali si occuperà l’investigatore privato Marlowe, un uomo rude, duro, a tratti caustico, ligio alla sua professione, un lupo solitario che si relaziona con gli altri in maniera sempre molto diretta, verace, senza freni. Un investigatore abile, che in prima persona ci guida lungo le pagine del libro fino alla scoperta della soluzione finale.

Erano pressappoco le undici del mattino, mezzo ottobre, sole velato, e una minaccia di pioggia torrenziale sospesa nella limpidezza eccessiva là sulle colline. Portavo un completo blu polvere, con camicia blu scuro, cravatta e fazzolettino assortiti, scarpe nere e calzini di lana neri con un disegno a orologini blu scuro. Ero corretto, lindo, ben sbarbato e sobrio, e me ne sbattevo che lo si vedesse. Dalla testa ai piedi ero il figurino del privato elegante. Avevo appuntamento con quattro milioni di dollari.

Il libro è ambientato negli anni 30 in una Los Angeles in cui si verificano crimini violenti, e la prostituzione e l’abuso di alcol dilagano nonostante ci si trovi nel pieno dell’epoca proibizionista. Un romanzo scritto con uno stile esemplare, elegante, asciutto, mai banale. Descrizioni sempre eccellenti, così come i dialoghi, che caratterizzano fortemente i personaggi disegnandone un vero e proprio profilo identificativo. Lettura consigliatissima.

Che importa dove si giace, quando si è morti? In fondo a uno stagno melmoso o in una torre di marmo sulla vetta di una montagna? […] Si dorme il grande sonno, senza badare se si è morti male, se si è caduti nella sporcizia. Quanto a me, facevo parte di quella sporcizia, ora.

“Il grande sonno” di Raymond Chandler, Edizioni Feltrinelli. Libri in Pillole.

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button