Libri in pillole

“Chilean electric” di Nona Fernández: recensione libro

Eins, zwei, drei, e luce fu. Era il 1883 quando una compagnia tedesca, la Cate, illuminò per la prima volta la Plaza de Armas di Santiago del Cile, evento che cambiò radicalmente la vita dei cittadini e il volto della città.

Chilean electric: una luce necessaria

“… la storia del Cile può essere divisa allo stesso modo a partire dalla cerimonia della luce. Un prima e un dopo. I tempi dell’ombra e della luce. Potrei dire che ci sono state cose fondamentali che sono state giustamente illuminate, mentre altre sono state tristemente abbagliate e bruciacchiate dalle lampadine della piazza”.

chilean electric nona fernándezChilean Electric di Nona Fernández si apre con il racconto della nonna che racconta alla nipote di aver assistito alla cerimonia di inaugurazione che diede per la prima volta la possibilità agli abitanti di Santiago di vedersi come non si erano mai visti prima.

“Sotto le lampade, il fratello dai capelli rossi sembrava ancora più rosso. I suoi capelli brillavano come la brace della salamandra che accendevano in inverno. La luce passeggiava tra i corpi potenziando colori, forme e disegni”.

E il viaggio di Nona Fernández parte proprio da qui, da Plaza de Armas, teatro in cui convergono i ricordi e le riflessioni dell’autrice. Una piazza che si trasforma in un palcoscenico della memoria e delle ricostruzioni storiche di quegli episodi che hanno segnato la vita del Paese e che non devono e non possono essere dimenticati. Si legano e si intersecano gli eventi che hanno caratterizzato la storia del Cile degli anni 70/90 con quella personale degli individui che quegli eventi li hanno subiti. Episodi che sono stati insabbiati, o che si tende a dimenticare, ma che invece devono essere recuperati da quel grande cassetto disordinato che è la memoria e illuminati, affinché li si possa imprimere nel ricordo con chiarezza.

“Chissà che non sia proprio quello il messaggio nascosto che mi ha lasciato mia nonna, l’inizio che vaga in quella scena inventata per me: illuminare con la scrittura la temibile oscurità”.

“Chilean electric” di Nona Fernández, Edicola Ediciones. Libri in Pillole.

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button