Dream Book

“La stagione di Olga” di Laura Leoni: recensione libro

Un appiglio. La vita, a volte, ti attacca a qualcosa, a qualcuno. Senti di essere fedele a quella sensazione, la segui come si fa con i richiami. Ti lasci andare perdendo anche la consistenza della realtà. E ti perdi tra vita vera e suggestione. Tu lo sai che la deviazione dalla quotidianità porta ad isolamenti emotivi. Forti e snervanti.

La stagione di Olga: il peso dei gesti

la stagione di olga laura leoniEppure, ti appigli all’inesistenza del peso dei gesti che fluttuano nella mente quando ti manca qualcosa. Riproduci nella tua testa ricordi, parole. Evanescenze di pensieri che tornano, che non tradisci. Spesso, non ne vieni a capo. Non sai perché succede. Accade, e basta. Certo, è una fatica. L’andirivieni di ciò che la mente vede e sente può essere uno sfinimento, un’ossessione, se non l’aggiusti con la praticità dei giorni. Quando accade, vuoi silenzio, buio o penombra. La luce dei sorrisi, della vivacità, mal si concilia con la processione delle idee che fiatano sussurri.

Nel romanzo La stagione di Olga di Laura Leoni sei indirizzato verso ciò che senti raramente o non senti affatto. Una cosa che capita a pochi. Succede, soprattutto, a chi perde di vista la sentinella delle proprie ore per cercare quello che ha perso per sempre o per trovare un ammasso di angosce che si annidano nei pensieri spenti. Una scomparsa e un amore incondizionato fanno girare il lettore in una narrazione ricca di segreti, di rinunce ed isolamento emotivo. Quattro abiti e diverse città per ricostruire una storia fatta di ricordi che ha bisogno di risposte.

Suggestiva la prosa della scrittrice. Il suo stile sembra diluito con la poesia e questo rende la struttura narrativa ancora più misteriosa, evanescente. È come se si librasse nell’aria per non disturbare la coscienza del lettore. E tu, la vuoi prendere la storia, portartela accanto per sentire la fine. Accosti l’orecchio per sapere e ti senti un’onda, fiume, lago. Raccogli tutto e porti via con te emozioni, ansie, apatie e verità.

“La stagione di Olga” di Laura Leoni, Edizioni Ensemble. Dream Book.

Lucia Accoto

Lucia Accoto. Giornalista pubblicista, autrice e conduttrice di programmi Tv. Ho la passione per i libri, lo stile, la scrittura e la cronaca nera. I libri mi accolgono sempre come una signora, posandomi sulle spalle uno scialle di titoli e di emozioni.

Articoli correlati

Back to top button