Dream Book

“Arazzo familiare” di Anna Cantagallo: recensione libro

La vita quando si spezza si allunga con gli anni degli altri. Il ricordo mantiene in piedi l’esistenza di chi ci ha preceduto. Se poi è il DNA a parlare di noi, allora le storie cambiano. Diventano un patrimonio di fatti, di affaticamenti, di segreti che arrivano nelle mani di chi resta.

Succede che per lasciare memoria di sé si metta per iscritto qualcosa su di un quaderno, una lettera, un testamento, finanche un ricettario. Una volontà che appare più come un’offerta di pace che come un dono. Insomma, uno stratagemma per far arrivare a chi di dovere le cose giuste, vere e non travisate da bocche che hanno conosciuto voci e vie esterne. Si scrive anche per smettere di piegarsi al silenzio. Del resto, se si è tenuto un segreto che poteva apparire vergognoso per i tempi e i modi in cui si visse, lasciare una testimonianza equivale ad una confessione vera e propria. Eppure, a volte, la verità arriva dopo e fa lunghi giri prima di essere conosciuta. Il tempo regola tutto: animi, predisposizione ad accettare ciò che si rifiutava e consapevolezza di quello che siamo e che siamo stati. Ecco che la memoria di chi è venuto prima di noi resta e resiste con i respiri di chi comprende ed accetta, anno dopo anno.

In Arazzo Familiare di Anna Cantagallo entri nelle vite di tre donne: Maricò, Marilì e Marigiò. Sono nonna, mamma e figlia che hanno nascosto qualcosa alla famiglia. Solo lasciando qualcosa hanno potuto rivelare ciò per cui si sono sentite schiacciate dall’indicibile. Ognuna ha un segreto e le loro vite se pur diverse sembrano intrecciate da un filo che ne ha costruito la storia, l’esistenza, come un arazzo familiare.

Travolgente la storia. Bella la scrittura che si scioglie come i segreti delle protagoniste. I passaggi temporali che vivono le tre donne sono ben delineati ed il lettore ne coglie appieno le emozioni.

Arazzo familiare” di Anna Cantagallo, edizioni Castelvecchi. Dream Book.

Lucia Accoto

Lucia Accoto. Giornalista pubblicista, autrice e conduttrice di programmi Tv. Ho la passione per i libri, lo stile, la scrittura e la cronaca nera. I libri mi accolgono sempre come una signora, posandomi sulle spalle uno scialle di titoli e di emozioni.

Articoli correlati

Back to top button