Audio & Indie

“Il buio oltre la siepe” di Harper Lee: recensione audiolibro

Ho dovuto fare pace con la voce di Alba Rohrwacher che legge “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee. Ma il fastidio di una voce così caratteristica, spuria, è durato il tempo del primo capitolo, poi è tramutato in una gratitudine sconfinata per aver dato voce a Scout nell’edizione audiolibro di Emons. Non ho letto il testo nella sua versione cartacea, ma sono quasi del tutto convinta che non lo avrei apprezzato tanto quanto invece ho potuto fare grazie all’audiolibro.

“Il buio oltre la siepe” è un faro nella letteratura americana e una pietra miliare dell’antirazzismo e io, che ne conoscevo solo il titolo e ben me ne ero guardata in 37 anni di estrarlo dalla libreria dov’è sepolto soppesandolo come noiosissimo, me ne sono accostata con l’ingenuità di una analfabeta al primo giorno di scuola.
Sciagurata, non sai quel che ti aspetta.
L’analfabeta è rimasta folgorata non solo dal capolavoro della Harper Lee (ognuno arriva al mondo coi suoi tempi eh!), ma dal suo perfetto incontro con la voce dell’attrice fiorentina. Alba Rohrwacher ha un timbro particolare e una pronuncia non neutra, la sua “r” è spinta, quasi nella gola. Ma è tutto quello che serve perchè Scout, voce narrante, prenda vita. E, soprattutto, perchè la prendano i principi morali di quell’Atticus Finch che sono i veri protagonisti del libro. Atticus è un personaggio (anzi, Il Personaggio) tratteggiato dalla forza delle sue convinzioni che sono moderne, giuste e umane.

Alba e Atticus, una simbiosi perfetta

Non vi farò qui la sinossi del testo o l’anatomia di un personaggio che, per la sua grandezza, è destinato a sopravvivere nei secoli dei secoli amen. Ma vi testimonio come l’audiolibro, letto con le capacità di Alba Rohrwacher, lo abbia consegnato nel mio personale olimpo letterario proprio perchè era dotato di una voce vera, quella voce. Che è asciutta, essenziale, calma, non si scompone mai. Proprio come Atticus. Non importa se è la voce di una donna ad essere associata ad un uomo, l’attrice ha reso al personaggio tutta la forza del suo pensiero pacatamente e ostinatamente rivoluzionario nell’Alabama degli anni Trenta.

Il romanzo non è breve, ma questo non scoraggi in voi l’ascolto dell’audiolibro perchè scivola nelle orecchie, e nella testa, molto più rapidamente che se vi teneste il tomo in mano.
L’unica pecca che concedo: se avessi avuto il libro fra le mani, avrei sottolineato un passo ad ogni pagina (sì, sottolineo i libri, orrore), così invece devo affidarmi solo alla mia scadente memoria.

“Il buio oltre la siepe” di Harper Lee, edizione Emons Audiolibri. Audio&Indie.

Silvana Salvadori

Sono giornalista, addetta stampa e mi occupo anche di social media. In generale, mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la scrittura (sì, anche la grammatica). E mi piace leggere quella degli altri. Se posso corro, leggo, faccio yoga e mangio cioccolato fondente, non necessariamente in questo ordine.

Articoli correlati

Back to top button