Dirette con gli Autori

In Diretta con gli Autori: Francesco Spiedo

Francesco Spiedo per la rubrica “In Diretta con gli Autori” presenta nel gruppo Facebook Book Advisor “Stiamo abbastanza bene” edizioni Fandango e risponde alle domande dei lettori. Dialoga con l’autore Claudia Petrucci.

Diretta del 3 dicembre 2020.

Link alla diretta nel gruppo Book Advisor qui

Sinossi del libro “Stiamo abbastanza bene” di Francesco Spiedo

“Ma come? Tu sei laureato in ingegneria e ti metti a fare lo scrittore? In ordine sparso, ho visto: polli di gomma negli autobus al posto dei pulsanti per prenotare la fermata, koreani fare il bagno vestiti, grattacieli da 101 piani, l’autostrada da altezza carroattrezzi, le blatte sotto il divano, prime edizioni a 99cents, fila di un’ora per il McDrive, sale cinematografiche deserte a parte me, gente mangiare squalo alla piastra. Ma non pensavo che avrei mai visto questo libro sugli scaffali.”

È difficile non immedesimarsi nel protagonista di questa storia. I suoi frammenti di vita diventano presto i nostri, con tutte le sue insicurezze e la voglia di ricominciare. In lui ritroviamo il vissuto di tutti quei ragazzi con le radici nelle nostre terre del sud, ma costretti a emigrare a fronte di un futuro incerto che non riesce ad offrire alcuna garanzia.

Andrea Lanzetta è l’antieroe perfetto, quasi comico nel suo pessimismo cosmico, la versione napoletana di un Leopardi moderno, ma qui i suoi guai non si chiamano Silvia. È Clara a dargli il tormento, che lo costringe a prendere quel treno per Milano di sola andata. È convinto di non riuscire a combinare mai nulla di buono, e il poco che fa invariabilmente finisce per distruggerlo. Andrea se ne va, prova a dire addio alla donna che ama, prova a mettere una distanza fra sé e un amore finito male.

La partenza è la speranza. Quella di trovare non solo un lavoro, ma un posto migliore e la propria collocazione nel mondo. Un nuovo inizio che ben presto si rivela una mera illusione, una parentesi nell’oceano dell’indecisione. Possiamo provare a scappare, ma ciò che ci portiamo dentro ci seguirà ovunque. I guai, a differenza nostra, non hanno il peso delle valigie, le stesse che a ogni nostro tentativo di fuga giacciono intatte davanti alla porta. C’è la stoica illusione che cambiando città possa essere tutto diverso, ma la banale realtà si scontra spesso con l’amarezza e la frustrazione di non riuscire ad andare avanti, di non avere la forza di ricostruire tutto.

Le pagine di Stiamo abbastanza bene (Fandango Editore) sono avvolte dall’atmosfera partenopea: gli odori e i suoni, le grida e il profumo del mare, l’ironia e la comicità, senza scordare tristezza, malinconia e la nostalgia di casa.

Quella di Francesco Spiedo è una scrittura fresca e diretta, mai scontata, in grado di rendere palpabili le sensazioni che mette su carta. È capace di raccontare il vissuto quotidiano per arrivare non solo alla generazione dei millennial, ma a una pluralità di lettori ampia e trasversale.

Redazione

Redazione della pagina web www.thebookadvisor.it

Articoli correlati

Back to top button