Libri in pillole

“Romanzo con cocaina” di M. Ageev: recensione libro

Mosca, inizio ‘900. Vadim, studente liceale, arriva a scuola ma si rende conto di aver dimenticato a casa i soldi per pagare la retta semestrale del ginnasio. Non si preoccupa più di tanto, perché sa che il pagamento lo potrà effettuare anche il giorno dopo. Ma all’ora della ricreazione vede comparire nel cortile della scuola sua madre, con la busta dei soldi in mano. È una donnetta minuta, anziana, trasandata perché povera, di cui si vergogna tremendamente. E ai suoi compagni che gli chiedono chi sia quella “vecchia” risponde “una governante caduta in miseria”. Ride di lei, ma soffre mentre lo fa, nonostante non riesca a smettere di farlo.

“Nella mia vita non c’era neanche una buona azione, inoltre, nel caso in cui me le fossi inventate queste buone azioni, non mi avrebbe procurato nessun piacere raccontargliele”.

romanzo con cocaina Non poteva esserci presentazione migliore, perché Vadim è questo: un ragazzo lucido, intelligente ma tremendamente attratto dalla cattiveria, dall’umiliazione altrui, dalla crudeltà. Ed è per questo che, nonostante la giovane età, la sua sembra essere un’esistenza già segnata. Dal cinismo imperante con il quale affronta la vita, dalla lucidità attraverso la quale riconosce il suo essere amorale, dalla consapevolezza di camminare verso l’abisso. Perché l’abisso, per Vadim, è una calamita alla quale non può resistere, anzi, verso la quale corre freneticamente alla ricerca del suo paradiso infernale.

“[…] siamo arrivati alla irremovibile convinzione che prima, ai tempi della trazione a cavallo, così come ora, al tempo della locomotiva a vapore, la vita dell’uomo sciocco è più semplice rispetto a quella dell’intelligente, che quella del furbo è migliore rispetto a quella dell’onestà, che l’avido è più a suo agio del buono, per il crudele è più piacevole che per il debole, che per l’arrogante è un lusso rispetto all’umile, che per il bugiardo è più ricca rispetto al giusto, che è più dolce per i lussuriosi invece che per i virtuosi”.

Romanzo con cocaina è un romanzo potente. È un viaggio progressivo nell’autodistruzione di Vadim, che comincia con la sua vita da studente al liceo, prosegue con la storia d’amore con Sonja e si conclude con la sua vorticosa dipendenza dalla cocaina.

“Romanzo con cocaina” di M. Ageev, edizioni Gog. Libri in Pillole.

.
Mostra di più

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button