Anonima Lettrice ItalianaRecensioni

“Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi: recensione libro

Alex e Aidi vivono la loro non-storia d’amore contando i giorni che li separano dal trasferimento americano di lei. Nei vicoli e sui colli di una Bologna che non esiste più, la musica e la rabbia spenta e tamponata dal benessere degli anni Novanta fanno da cornice a “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi, il vero romanzo generazionale italiano, quello che non ha copiato mai, ma da cui tutti prima o poi hanno attinto. 

La Generazione X è uscita dal gruppo

Forse l’amore non dura, ma i ricordi sono immortali

Se l’oggetto del vostro amore vi ispira ricordi un po’ vintage, se il sentimento di cui parliamo è un po’ pastelloso e confuso in una nuvola di chewing-gum e musicassette, questo romanzo è il tuffo nel passato definitivo. Anzi, per chi è nato alla fine degli anni Settanta, più che il passato l’adolescenza sembra una visione, è meno reale degli anni precedenti, persino di quelli che non abbiamo vissuto ma che abbiamo visto solo in tv. Ma l’amore teen difficilmente passa; le persone non saranno durate, però il ricordo delle passioni che ci hanno animato quando credevamo di essere i protagonisti del nostro video personale soli contro il mondo, rimane e scolpisce le regole per gli amori che verranno poi. Molti di noi sono stati Alex o Aidi, e ancora di più hanno sperato che tornassero; ma quanto a questo, l’autore è stato categorico. Tanto vale consolarsi con riletture amarcord, o con i libri della generazione X. 

C’è tutto quello che serve, serve tutto quello che c’è

Quando penserete di trovarci “Il giovane Holden”, ce lo troverete; quando penserete di trovarci “Il Piccolo Principe”, ce lo troverete; quando penserete di trovarci voi stessi, dovrete domandarvi se siete dentro o fuori dal gruppo, e avere abbastanza coraggio per ascoltare la risposta.
A fronte di un po’ di adeguamento all’ostico ritmo emiliano della narrazione emozionale di Brizzi (a meno che non siate degli indigeni ) l’esperienza di uscire dal gruppo insieme ad Alex è una full immersion nel primo generazionalismo possibile dopo Kerouac e Salinger, il primo glorioso inno all’amore puro dopo tanti anni di torpore. 

Ma questa non è una ragazza, è un intero disco di Battisti.

Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi, Baldini&Castoldi, 2014. Anonima Lettrice Italiana.

Ali

Leggo, scrivo, parlo, ma soprattutto parlo. E poi leggo e scrivo.

Articoli correlati

Back to top button