Approfondimenti

Andy de Calzadilla: l’Arte della comunicazione

La forza di una buona comunicazione non si trova solo nel più comune invio e recezione di un qualsiasi messaggio ma una buona comunicazione passa anche dall’essere in grado di comunicare un messaggio che risvegli almeno uno dei nostri sensi.

Andy de Calzadilla Loureiro, artista cubano che merita attenzione oltre i suoi confini (su Parte del Discorso la bella intervista al giovane pittore) ci parla di quello che vogliamo sentire. Il tutto inconsapevolmente. Né l’artista né il fruitore possono dirigere l’orchestra dei pensieri.

El caballo
2019
Pastel y acrílico sobre lienzo
150 x 100 cm
 

Un uomo a cavallo, di spalle. Privo degli abiti, di elmetti e armature. I colori freddi, mastica solitudine forse. Com’è il corpo? Freddo, ce lo dicono i suoi colori. Morto? Senza anima? Sta per morire?

 

Un cavaliere che non esiste.

“È l’ora in cui le cose perdono la consistenza d’ombra che le ha accompagnate nella notte e riacquistano poco a poco i colori, ma intanto attraversano come un limbo incerto, appena sfiorate e quasi alonate dalla luce: l’ora in cui meno si è sicuri dell’esistenza del mondo”.

La mano
2020
Acrílico sobre cartulina
90 x 55 cm
 

La mano che consola o che uccide? Mano come serpe che si muove rapida; non sappiamo dire dove attaccherà, prima di aver sentito il morso. Si dice che sia una sensazione di freddo quella che si prova.

 

La mano dei periodi, l’avrei chiamata io. Come i periodi di Picasso, di quel suo blu espanso. Tutto chiede salvezza? O è il frutto de Gli indifferenti?

 
El espejo
2019
Pastel sobre impresión fotográfica en lienzo
120 x 95 cm
 

Cosa ci torna in mente, quale odore, quale immagine? Forse un suono, quello che emette la stoffa pesante nei bei ristoranti. Il suono è un benvenuto, nutriti dice. Un incentivo a godere anche di ciò che si vede nel piatto. Una portata instagrammabile e tutti si bloccano per scattare una foto da più angolature. La tovaglia emette le sue vibrazioni e i commensali le sentono, ne godono, c’è vita attorno a questo tavolo.

 

Chi si nutre davvero? Di cosa? Ripuliamo tutto, restano solo le tracce di chi eravamo. Il ritratto di Dorian nello specchio o le pagine di Diario di un vecchio pazzo sul tavolo.

 
Corte de pelo
2020
Pastel de acuarela sobre papel
30 x 23 cm
 

Taglio dei capelli. Schiele o Crepax? Dalla finestra cosa potremmo vedere? C’è abbastanza luce fuori?

Non lasciarmi. L’intimità di un gesto, corpi che si conoscono. Distopia? Quella sensazione di familiarità e di casa è pura utopia?

Le opere d’arte di Andy de Calzadilla si possono ammirare sul suo account Instragram
 
 

Ylenia Del Giudice

Classe '89, romana. Appassionata dell'arte in generale, di mercatini e di tutto ciò che non conosco, lavoro in una tipografia tra inchiostri e grafiche. Non amo affatto le imposizioni e mi piace sperimentare perché mi annoio spesso. Dormo poco, bevo tanto caffè e sono una fan dei telefoni spenti.

Articoli correlati

Back to top button